in

La Lega all’attacco della regolarizzazione: “Dove sono finiti tutti i lavoratori irregolari?”

Roma, 9 giugno 2020 – “Se il ministro Bellanova fosse coerente avrebbe già rassegnato in silenzio le proprie dimissioni. Meno di 10mila richieste di regolarizzazione, con il racket che la sta facendo evidentemente da padrone e con il rischio di aumento del lavoro in nero. Dove sono finiti tutti i lavoratori irregolari di cui il Ministro blaterava, come se i nostri imprenditori agricoli fossero tutti degli sfruttatori di manodopera in nero?”.

Così Silvia Scurati, consigliere regionale lombardo della Lega, è intervenuta in merito alla politiche del Governo sull’immigrazione.

“La verità – afferma Scurati – è che ancora una volta questo Governo insegue solo delle ideologie politiche e demagogiche sul tema dell’immigrazione, non sapendo come giustificare delle vere e proprie sanatorie, questo mentre gli sbarchi di clandestini continuano come se niente fosse. Forse i Ministri del Governo Pd-Cinque Stelle dovrebbero prendere ad esempio il lavoro svolto in Regione Lombardia anche nel comparto agricolo, con l’Assessore Rolfi che per rilanciare la nostra economia non chiede sanatorie ma investe in progetti a lungo termine”.

Rolfi (Lombardia): “Sanatoria ideologica, non aiuta agricoltura”

Sicilia, cittadino pakistano ucciso per avere difeso vittime del caporalato