in

Migranti. Regolarizzazione, si cerca l’accordo. Salvini all’attacco: “Andremo in piazza”

Roma, 7 maggio 2020 – Si va verso una proroga di tre mesi del permesso di soggiorno per i braccianti a cui è scaduto il contratto come lavoratori stagionali. Dopo le lunghe trattative sulla regolarizzazione dei migranti che hanno impegnato i ministri di Politiche agricole, Interno, Lavoro e Sud, infatti, il risultato sarebbe questo. La sanatoria, come riporta Ansa, non riguarderà solo il settore agricolo ma anche quello domestico.

Il testo, al vaglio degli uffici legislativi dei ministeri, dovrà poi essere valutato dai capi delegazione nel Governo e potrebbe essere inserito nel decreto maggio.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha definito l’ipotesi di regolarizzazione “un pessimo segnale per chi lavora e paga le tasse regolarmente”. Il dibattito si è acceso in conferenza stampa con l’ipotesi di una protesta dell’opposizione: “La Lega in piazza? – ha dichiarato Salvini – Noi seguiamo le regole, come fanno tanti commercianti incredibilmente multati. Nel rispetto delle regole se ci sarà una sanatoria di centinaia di migliaia di abusivi protesteremo a nome degli italiani sia nelle aule del parlamento che fuori dalle aule del parlamento”.

Regolarizzazione migranti. Situazione bloccata, procedono le discussioni

Regolarizzazione, verso proroga di tre mesi del permesso per lavoratori agricoli e domestici