in

UK: lezioni gratis di inglese agli stranieri residenti

Secondo il ministro John Denham troppi non hanno una padronanza dell’inglese sufficiente per comunicare con chi vive loro accanto.

LONDRA – 7 gennaio – Gli stranieri residenti in Gran Bretagna che non parlano inglese potranno frequentare gratuitamente lezioni di lingua nell’ambito di un piano mirato a migliorare l’integrazione e le relazioni tra comunità diverse.

Secondo John Denham, ministro per l’Innovazione, le Università e le Professioni, troppi immigrati stabilitisi su suolo britannico non hanno una padronanza dell’inglese sufficiente per comunicare con chi vive loro accanto. Le lezioni saranno offerte gratuitamente e pubblicizzate proprio nelle comunità che dimostrano di avere più dicfficoltà ad integrarsi. Gli immigrati che hanno intenzione di lavorare nel Regno Unito soltanto per un breve periodo dovranno invece pagare per frequentare i corsi.

Secondo il progetto, ancora in fase di discussione, gli immigrati che guadagnano abbastanza dovranno inoltre pagare fino al 37,5% dell’importo del corso. Un corso Esol (ovvero di inglese per persone che parlano altre lingue) costa in media circa 1.200 euro.

"Ci sono ancora troppi residenti stranieri che vorrebbero contribuire positivamente al Paese che però non possono discutere e prendere parte alla vita delle altre persone intorno a loro e nemmeno avere un ruolo nelle loro comunità, perché la loro scarsa conoscenza dell’inglese non glielo permette. Questo ha un impatto negativo sulle loro opportunità e sulla loro capacità di integrarsi", ha detto Denham, sottolineando come i corsi saranno mirati ad incoraggiare la coeesione sociale e l’integrazione tra varie comunità.
 
(7 gennaio 2008

Rassegna immigrazione 7/01/2008

Tornare alle urne per uscire dalla crisi. Diario dal Kenya