in

Bonus asilo nido 2021: la guida dei nostri esperti

Roma, 23 aprile 2021 – Anche per il 2021 sono stati previsti rimborsi per le spese sostenute dalle famiglia per l’asilo nido o per il supporto di altra persona nella propria abitazione, in caso di bambini impossibilitati a frequentare il nido (per motivi di salute certificati dal pediatra).

Chi può richiedere il bonus:

Possono accedere alla misura i cittadini italiani, comunitari e gli stranieri titolari di un permesso di soggiorno, che abbiano residenza in Italia.

E’ necessario che la domanda venga presentata dal genitore che sostiene il pagamento della retta.

Eccezione per rimborso presso la propria abitazione: è richiesta la convivenza tra minore e genitore richiedente

Modalità e tempi di presentazione della domanda:

La domanda potrà essere presentata fino al 31 dicembre 2021, tramite compilazione dei disponibili sul sito Inps, a cui bisognerà accedere tramite SPID, oppure tramite un patronato.

Dovranno essere fornite le informazioni relative all’asilo nido frequentato dal figlio (denominazione e partita iva) e in casi di asilo privato indicare gli estremi dell’atto che autorizza l’esercizio dell’attività.

Nota: la fattura potrà essere allegata fino al 1° aprile 2022.

Quando si perde il diritto al bonus e cosa si può fare

Il diritto alla prestazione verrà meno in caso di perdita della cittadinanza, morte del genitore richiedente, perdita patria potestà o affidamento del minore al genitore che non ha fatto la richiesta.

In questo caso è comunque possibile per l’altro genitore (che ha anche solo in affido il minore) di subentrare nel beneficio entro 90 giorni.

Quanto spetta: come viene determinato il rimborso

L’ammontare del bonus viene stabilito sulla base dell’ISEE minorenni, indicatore utilizzato normalmente come riferimento per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi.

L’Isee minorenni prende in considerazione la condizione del genitore non coniugato e non convivente per stabilire se essa incida o meno sull’ ISEE del nucleo familiare del minore.

Importi:

  • 3000 € budget annuo per ISEE minorenni uguale o inferiore a 25.000 euro;
  • 2.500 € budget annuo per ISEE minorenni compreso tra 25.000 e 40.000 euro;
  • 1.500 € budget annuo per ISEE minorenni superiore a 40.000 euro.

L’erogazione avviene mensilmente per il bonus nido, in unica soluzione per il rimborso presso la propria abitazione.

Metodo di pagamento: che canali posso selezionare

E’ possibile scegliere di ricevere il pagamento sul proprio conto corrente bancario o postale ma anche:

  • tramite bonifico domiciliato (servizio offerto da poste italiane per coloro che non hanno invece un conto corrente);
  • sul libretto postale;
  • su prepagata con codice Iban;
  • tramite Iban di una banca nell’area SEPA (extra-Ue).

Al seguente video è disponibile un tutorial con le informazioni e le fasi della presentazione della domanda:

Articolo realizzato per Stranieri in Italia da: Federica Merlo, avvocato

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

Naufragio di migranti nel Mediterraneo, si temono oltre 100 vittime

Bollettino covid oggi, 23 aprile: sono 14.761 i nuovi casi e il tasso di positività rimane stabile sotto il 5%