in

Come si chiedono i buoni vacanza?

Sono un immigrato regolare ho sentito parlare di buoni vacanza , ma io ho diritto ad averli oppure possono richiederli solo i cittadini Italiani?

Roma – 27 agosto 2010 – Sulla gazzetta ufficiale del 2 agosto 2010 è stato pubblicato il decreto che riattiva la procedura per l’assegnazione di buoni vacanza, destinandoli non solo ai cittadini italiani,  ma anche ai cittadini dell’unione europea residenti in Italia e agli extracomunitari con regolare permesso di soggiorno.

I Buoni Vacanza, sono una forma di contributo per il  turismo balneare montano e termale in “bassa stagione” destinati ai nuclei familiari a basso reddito. Questi possono essere usati dal 23 agosto fino al 3 luglio 2011, ad esclusione del periodo compreso tra il 20 dicembre e il 6 gennaio.

Potranno ottenere il contributo statale i nuclei familiari che alla data della richiesta di emissione dei buoni vacanze rientrano nelle previsioni socio-economiche previste dalla tabella  stabilita dal decreto.

Per vedere se hai diritto al buono  devi presentare l’ISEE  che è l’indicatore dello stato economico equivalente dei componenti il nucleo familiare in corso di validità nell’anno di presentazione della richiesta dei Buoni Vacanze. Viene preso in considerazione la situazione economica di tutto il nucleo familiare. Per verificare se rientri nei parametri per l’ottenimento del buono puoi usare a titolo puramente indicativo il simulatore di calcolo fornito dall’INPS.

L’agevolazione statale avviene attraverso l’applicazione di uno sconto percentuale che va dal  20 al 45%, secondo le fasce di reddito ISEE,  sull’importo dei buoni richiesti fino ad un massimo legato al numero dei componenti la famiglia. Ad esempio una famiglia di 4 persone con reddito ISEE inferiore ai 25.000 euro, può richiedere un libretto di buoni per un valore totale fino a 1240 euro, pagandoli solo 682,00 (quindi con uno sconto del 45%).

Potrai  acquistare i buoni per un importo a scelta, in base allo sconto indicato dalla tabella e ti verrà inviato un blocchetto composto da vari buoni spendibili entro la scadenza in una delle strutture convenzionate  indicate nel sito www.buonivacanze.it.

Come chiedere i buoni

I buoni vacanza hanno la forma   di un titolo di pagamento tipo voucher, bisogna richiederli online sul sito www.buonivacanze.it,  compilando una dichiarazione sulle proprie condizioni anagrafiche e reddituali.

Una volta completata la procedura on line,  viene rilasciato , in automatico, dal sistema, un codice di prenotazione, e dovrai stampare sia il “Modulo di richiesta BUONI VACANZE” dove compare il numero di prenotazione assegnato sia  Il “Modulo Autocertificazione composizione familiare”, da compilare manualmente.

Tutti e due questi moduli dovrai presentarli, insieme a una copia del tuo documento di riconoscimento, presso qualunque sportello delle Banche del gruppo Intesa Sanpaolo dal secondo giorno successivo alla richiesta on line, entro e non oltre 10 giorni, pena la decadenza della prenotazione. In banca dovrai pagare la tua parte di buoni, e a quel punto la banca ordinerà materialmente i buoni, che ti verranno recapitati direttamente a casa.

Il contributo può essere erogato una sola volta per nucleo familiare per anno solare. I buoni vengono assegnati sulla base del criterio di priorità cronologico di inoltro della domanda e del contestuale versamento a carico del richiedente in banca, e vengono assegnati fino ad esaurimento dei fondi disponibili.


Avv. Mariangela Lioy

Condividi su:

Bengalese preso a calci in spiaggia da bambini. I genitori ridono

DECRETO 9 luglio 2010: Modalita’ di erogazione dei «Buoni vacanza».