in

Protezione Internazionale e diritto dei minori, corso online di alta formazione della Scuola Superiore Sant’Anna

Roma, 29 ottobre 2020 – Si terrà dal 25 novembre 2020 al 23 gennaio 2021, in modalità online, il Corso intensivo dal titolo “International protection and rights of minors in the European Union“, organizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna nell’ambito del Modulo Jean Monnet MARS “Migration, Asylum and Rights of Minors“.

Il corso è articolato in tre sessioni: 

– la prima sessione (25-28 novembre 2020) si propone di analizzare il quadro giuridico in tema di diritti dei minori nel contesto migratorio, dedicando una particolare attenzione all’accesso alla protezione internazionale, al diritto a un rimedio effettivo, al sistema Dublino e alle recenti proposte di riforma della disciplina dell’Unione europea;

– la seconda sessione (14-16 gennaio 2021) si propone di indagare la disciplina giuridica in tema di procedura di asilo, analizzando, tra i vari aspetti, il diritto dei minori di essere ascoltati e la valutazione di credibilità. Una specifica attenzione è dedicata al tema dell’accoglienza con focus su Grecia e Italia.

– la terza sessione (21-23 gennaio 2021) è dedicata al contenzioso strategico, alla protezione dei minori contro la tratta e lo sfruttamento, alla tutela dei minori non accompagnati.

Il Corso è destinato a professionisti (avvocati, operatori legali, tutori dei minori) e studiosi della materia (ricercatori, dottori di ricerca, dottorandi, studenti con una conoscenza generale della materia che intendono approfondire le proprie competenze).

La quota di iscrizione è di 200 euro, ma è  prevista l’esenzione del pagamento delle quote per i partecipanti titolari di protezione internazionale, fino a un massimo di 5. La Scuola Sant’Anna aderisce al Manifesto dell’Università inclusiva promosso dall’UNHCR.

Al termine dell’intero Corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione con l’indicazione dei crediti formativi universitari e crediti formativi ordinari per avvocati.

Per ulteriori informazioni e la compilazione delle domande CLICCA QUI

Lombardia. La retribuzione media di un lavoratore straniero è 1.179 euro, 23% in meno di un italiano

Lamorgese: “I decreti sicurezza di Salvini hanno creato insicurezza”