in

Cittadinanza, i figli delle coppie miste sono automaticamente italiani?

Salve, sono una cittadina straniera e ho avuto un figlio con un italiano. È italiano anche nostro figlio? Devo chiedere per lui la cittadinanza? Ha bisogno di un permesso di soggiorno?

 

21 giugno 2016 – I bambini nati da coppie miste, dove un genitore è italiano e l’altro è straniero, acquisiscono la cittadinanza italiana solo se il genitore italiano riconosce il proprio rapporto da filiazione con i figlio.

Se il genitore italiano riconosce il bambino sin dalla nascita, automaticamente il figlio è cittadino italiano ai sensi dell’attuale legge sulla cittadinanza. Di conseguenza, trattandosi di un cittadino italiano a tutti gli effetti, non avrà il bisogno di essere inserito nel permesso di soggiorno del genitore straniero perché per l’Italia è un cittadino italiano. Anche se il bambino acquisisce la cittadinanza straniera dell’altro genitore, oltre a quella italiana, per lo Stato italiano sarà sempre un cittadino italiano per cui non verrà inserito nel permesso di soggiorno del genitore straniero.

Diverso è il caso del bambino che, nonostante è figlio di un cittadino italiano, non viene riconosciuto dal genitore italiano e quindi non acquisisce la cittadinanza in automatico. In questo caso, se il bambino è riconosciuto solo dal genitore straniero, quest’ultimo dovrà inserire il bambino nel proprio permesso di soggiorno perché per lo Stato italiano è un cittadino straniero finché non viene riconosciuto dal genitore italiano. 

Figlio riconosciuto durante la minore età

Se il bambino viene riconosciuto in un secondo momento dal genitore italiano, ma risulta ancora minorenne al momento del riconoscimento, gli verrà riconosciuta automaticamente la cittadinanza italiana dopo che il riconoscimento o la dichiarazione giudiziale della filiazione abbia seguito l’iter burocratico previsto. Nella fattispecie, l’acquisto di cittadinanza è conseguente al riconoscimento del legame parentale e lo status di cittadino italiano deve essere attestato dall’ufficio competente.

In questo caso, dal momento che il bambino diventa cittadino italiano, non avrà più bisogno di essere inserito nel permesso di soggiorno del genitore straniero perché, anche se avesse la doppia cittadinanza, per lo Stato italiano è un cittadino italiano a tutti gli effetti e per tanto avrà tutta la sua documentazione come italiano e non come straniero.

Figlio riconosciuto dopo la maggiore età

Se il riconoscimento è avvenuto dopo che il figlio è diventato maggiorenne, il figlio conserva la propria cittadinanza straniera. Per poter diventare cittadino italiano, in questo caso, entro un anno dal riconoscimento, deve eleggere la cittadinanza italiana. Ciò vuol dire che la cittadinanza italiana, quindi, non gli viene concessa in automatico, per cui all’interessato deve adoperarsi per fare la dichiarazione di volontà presso l’autorità competente entro l’anno dal riconoscimento del rapporto di filiazione.

 

D.ssa Maria Elena Arguello

 

Condividi su:

Tassa sui permessi di soggiorno. I Comuni: “Urgenti indicazioni alle Questure”

Convivenza di fatto: indicazioni sugli adempimenti anagrafici