in

Ecuador e Italia insieme per la tutela dei figli degli immigrati

Legali e psicologi per aiutare le famiglie che hanno perso la custodia. Il presidente Correa ha incontrato le famiglie

 
Roma – 4 maggio 2015 – Il Ministero della Giustizia, Diritti Umani e Culto dell'Ecuador ha ribadito il lavoro congiunto che l’Ecuador e l’Italia stanno portando avanti per risolvere i problemi di tutela familiare per i migranti ecuadoriani residenti in Italia.
 
La problematica di famiglie ecuadoriane che hanno perso la custodia dei figli in Italia è emersa due anni fa attraverso diverse denunce presentate da un gruppo d’immigranti tramite il consolato. Per questo motivo, il governo dell'Ecuador ha messo a disposizione legali e psicologi per aiutare le famiglie che hanno perso la custodia dei figli in Italia. 
 
In particolare, si cerca di tutelare coloro che hanno perso le loro fonti di reddito, in quanto è a questo punto che, secondo i media ecuadoriani,  le autorità italiane intervengono, togliendo i bambini e portandoli in una casa famiglia. 
 
Il presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ha approfittato della visita ufficiale in Vaticano avvenuta il 27 aprile per incontrare le famiglie i cui figli sono stati recuperati o quelle alle quali lo Stato ha evitato che fossero tolti dall’assistenza sociale. Ci sono 12 bambini e adolescenti residenti in Italia che sono tornati/rimasti nelle loro case, su un totale di 42 famiglie ecuadoriane che attualmente vengono assistite su questo fronte.
 

Ecuador e Italia trabajan en conjunto para solucionar problemas de tutela familiar que sufren inmigrantes ecuatorianos (Expresolatino.net)

 

Condividi su:

Assegni familiari agli immigrati anche per i familiari che vivono all’estero

Furlan (Cisl): “Dobbiamo accogliere e dare rifugio”