in

Master sull’Immigrazione all’Università Federico II di Napoli (iscr. entro il 31 marzo)

Il Master, alla sua II edizione, è promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II in collaborazione con ASGI e la Cooperativa sociale Dedalus.

 

 

 

Il Master di I livello in Immigrazione e politiche pubbliche di accoglienza e integrazione rappresenta un percorso formativo finalizzato all’acquisizione delle conoscenze teoriche e delle competenze tecnico-operative per formare esperti in politiche e pratiche di accoglienza e di integrazione degli immigrati e dei loro discendenti.

 

Informazioni utili

 

Le lezioni in aula sono in programmazione per i mesi di giugno e luglio 2016; si riprenderà a settembre con le lezioni, i seminari e il tirocinio da 10 CFU (250 ore totali).

 

Le lezioni si svolgeranno tutta la giornata di venerdì presso il Dipartimento di Scienze Politiche (Via Rodinò, 22) e il sabato mattina dalle ore 9:00 alle ore 14:00 presso la sede della Cooperativa sociale Dedalus, vicino alla Stazione di Napoli Centrale.

 

Il tirocinio è un’attività che si potrà svolgere anche presso la propria città di lavoro/residenza a condizione che l’ente individuato si accrediti presso l’Ufficio tirocini e stage dell’Amministrazione centrale dell’Università di Napoli Federico II. Inoltre, si può richiedere che i 10 CFU per tirocinio siano riconosciuti a condizione che sia documentabile un’attività lavorativa o di volontariato per l’inclusione degli immigrati di almeno 250 ore.

 

Iscrizioni

 

Le iscrizioni scadono il 31 marzo 2016 .

 

La tassa d’iscrizione al Master è di 1.100 euro pagabili in due rate(600 euro come prima rata, successivamente la seconda rata entro fine luglio). Si prevede l’introduzione di alcune borse di studio se si riuscirà a superare il numero minimo di 25 iscritti.

 

Contatti

 

Email – segreteriamasterimmigrazione@gmail.com

 

Sito internet – http://www.masterimmigrazione.com/

Impotenza. Presentazione del libro di Sergio Talamo (Roma, 22 marzo 2016)

In viaggio per Pasqua? Tutto dipende dal permesso di soggiorno