in

Consiglio di Stato: valorizzare le “sopravvenienze” favorevoli dello straniero per il rilascio del permesso di soggiorno

Con la sentenza 2266 del 20 maggio 2016, il Consiglio di Stato ha ribadito che prima di negare il rilascio del permesso di soggiorno, bisogna valorizzare nella loro massima postata estensiva le “sopravvenienze” favorevoli allo straniero.

 

Ciò è fondamentale per valutare nel complesso l’attuale situazione del richiedente, tenendo presente tutti gli elementi mutevoli nel tempo, prima di emettere un provvedimento di rigetto.

SCARICA LA SENTENZA

Condividi su:

Tratta. Via al bando da 13 milioni di euro per aiutare le vittime

Alessandro Gassmann: “Io sto con i rifugiati, unisciti a me”