in

CLANDESTINI A 1,70 EURO/ORA IN CANTIERI, QUATTRO ARRESTI

(ANSA) – REGGIO EMILIA, 15 DIC – Paga standard di 1,70 euro all’ora e turni di lavoro anche di 18 ore al giorno: dovevamo tollerare tutto perché clandestini, con il miraggio di uscire dalla clandestinità e la chimera del permesso di soggiorno. Così decine e decine di extracomunitari di varie nazionalità sono stati impiegati in cantieri edili di Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte e Toscana. A conclusione di un anno di indagini, i carabinieri di Reggio Emilia e San Polo d’Enza hanno arrestato tre imprenditori e un capo cantiere. Gli arrestati, per l’accusa, prometteva un posto di lavoro e il rilascio di documenti per il soggiorno in Italia e occupavano manodopera irregolare in ditte edili di varie regioni, dove gli operai venivano costretti a turni di lavoro anche così prolungati e con quella paga standard così bassa ma che arrivava fino a sette euro all’ora per i meritevoli. Gli irregolari venivano trattati come schiavi, stipati in abitazioni isolate. (ANSA).

Condividi su:

Lite tra i condomini? Colpa anche della cucina etnica

IMMIGRAZIONE: AFFITTA A CLANDESTINI, CASE A RISCHIO CONFISCA