in

Bonafede: ‘Non accetto che si parli di deportazioni dei migranti come per gli ebrei’

Roma, 25 gennaio 2019 – “Non permetto a nessuno di dire che c’è razzismo nell’azione del governo” e “non si può parlare di deportazione come per gli ebrei”. Lo ha detto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede nel corso di Piazzapulita, su La7, a proposito delle immagini nel servizio della rete relative alle operazioni di trasferimento di migranti dal Cara di Castelnuovo di Porto. “Mi stanca l’idea che questo sia un governo cinico”, ha proseguito il guardasigilli, sottolineando che egli stesso non è un cinico e certamente vedere alcune immagini, come nel caso del trasferimento dei migranti dal Cara di Castelnuovo di Porto, crea anche in lui turbamento. Quando Bonafede ha cominciato a dire che della questione deve occuparsene l’Europa, parlando di necessità di responsabilità condivisa, è intervenuto Massimo Cacciari contestandolo.

Condividi su:

Il caso. Consiglio d’Europa: ‘Politici italiani incitano all’odio’

Zingaretti: da Guardia costiera più senso Stato che nostri governanti