in

Diciotti. Chiesto risarcimento danni a Salvini e Conte da 41 migranti

Roma, 22.febbraio 2019 – Quarantuno migranti che erano a bordo della nave della Guardia Costiera Diciotti hanno presentato un ricorso per chiedere un risarcimento danni al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro dell’Interno Matteo Salvini per privazione della libertà personale. Il ricorso d’urgenza è stato presentato a nome loro da uno studio legale al tribunale civile di Roma. La richiesta di risarcimento oscilla fra i 42mila e i 71mila euro.
Il gruppo faceva parte delle 177 persone rimaste bloccate a bordo della nave militare per oltre 10 giorni lo scorso agosto.
Per aver deciso di non farli sbarcare, il ministro dell’Interno Matteo Salvini è accusato di sequestro di persona. La Giunta per le immunità ha già dato parere contrario all’autorizzazione a procedere per il ministro, ora tocca all’aula del Senato.

Condividi su:

Mediterraneo: in netto calo sbarchi verso l’Italia, aumentano quelli verso la Spagna

Immigrazione. La Francia darà 6 motovedette alla marina della Libia