in

Bergamo, la Lega chiede autobus differenziati per i migranti. La denuncia di Rifondazione comunista

Roma, 7 settembre 2020 – “Una delegazione di leghisti, guidata da ben due parlamentari, si è recata venerdì mattina dal prefetto di Bergamo per chiedere di chiudere un centro di accoglienza per richiedenti asilo nel comune di Sedrina. Tra le richieste quella di autobus differenziati per evitare che gli immigrati salgano sulle stesse vetture dei ragazzi che devono andare a scuola. Prima gli italiani insomma, gli immigrati attendano la corsa successiva”. E’ quanto si legge in una nota congiunta firmata da Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione comunista e dal segretario regionale lombardo del partito, Fabrizio Baggi.

“Invece di chiedere di potenziare il trasporto locale e di garantire che non ci sia sovraffollamento sui pullman – prosegue il comunicato – i soliti demagoghi razzisti puntano a fare dei migranti gli untori portatori del virus. E propongono una sorta di segregazione stile apartheid. La proposta è in puro stile Ku Klux Klan: veicolare il messaggio razzista dando l’idea che bisogna proteggere i bambini e i ragazzi dall’uomo nero”.

“Dopo aver provocato una strage con la pessima gestione della pandemia i fascioleghisti tornano alla carica con le campagne anti-immigrati”, concludono i due esponenti del Prc.

Il messaggio di Mattarella: “Non sottovalutare l’intolleranza ed il razzismo”

Integrazione. Sbarca al festival del cinema di Venezia il docu-film “Siamo qui da vent’anni”