in

Guerra in Libia, 150 rifugiati e richiedenti asilo trasferiti a Roma

Roma, 31 maggio 2019 – A causa dei violenti scontri e del deteriorarsi delle condizioni di sicurezza a Tripoli, 149 persone tra rifugiati e richiedenti asilo vulnerabili sono state evacuate e trasferite a Roma.

Lo comunica l’Unhcr precisando che tra gli evacuati, provenienti da Eritrea, Somalia, Sudan ed Etiopia, ci sono 65 minori; 13 bambini hanno meno di un anno, e uno di loro ha appena due mesi.

L’evacuazione – aggiunge l’Unhcr – è stata portata a termine in collaborazione con le autorità italiane e libiche. L’Agenzia lancia un appello a tutti gli Stati affinchè aumenti la disponibilità a prestare “ulteriori opportunità di evacuazione e corridoi umanitari per portare al sicuro i rifugiati detenuti in Libia”, in quanto il loro numero aumenta molto più rapidamente di quello di coloro che vengono evacuati”.

Il caso. Salvini attacca giudice che non la pensa come lui sui migranti

Papa Francesco: ‘Non cedere alla cultura dell’odio’