in

Processo Open Arms, udienza preliminare per Salvini rinviata al 20 marzo

Roma, 12 gennaio 2021 – Il senatore della Lega Matteo Salvini è stato nell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo, per l’udienza preliminare del processo che vede accusato l’ex ministro dell’Interno di sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio, nell’ambito dell’inchiesta sui ritardi nello sbarco di migranti dalla nave Open Arms. 

Il gup di Palermo Lorenzo Iannelli ha rinviato al 20 marzo prossimo l’udienza preliminare nei confronti dell’ex ministro dell’Interno. Inizialmente l’udienza era stata rinviata al 6 febbraio, una data troppo ravvicinata per consentire la completa traduzione dei documenti in lingua spagnola e inglese prodotti.

Sarà conferito il 14 gennaio invece l’incarico per traduzione degli atti prodotti. Il gup ha ammesso tutte le 18 parti che hanno presentato costituzione di parte civile. Salvini è stato difeso dal legale di fiducia Giulia Bongiorno. In aula c’era anche il Procuratore capo Francesco Lo Voi, oltre all’aggiunto Marzia Sabella e il pm Geri Ferrara. 

Secondo la procura diretta da Francesco Lo Voi, il divieto di far sbarcare i 107 migranti salvati dalla Open Arms, nell’agosto 2019, fu un atto illecito.

Vaccino anticovid: “Sia priorità anche per colf e badanti”

bollettino-covi-oggi-12-gennaio

Bollettino covid oggi, 12 gennaio: superate le 730mila persone vaccinate