in

Renzi: “L’Ue non ci lasci soli, bisogna fermare i trafficanti di uomini”

Il premier dopo l’ultima strage chiede un Consiglio europeo straordinario. "Il vero problema è quello del nuovo schiavismo"

 
Roma – 19 aprile 2015 – “Noi chiediamo all’Europa di non essere lasciati soli, non tanto nell’emergenza in mare, perché è naturale che in queste situazioni il mare sia una brutta bestia. La nostra è una questione politica, di dignità dell’uomo. Bisogna bloccare questo traffico di essere umani”. 
 
Così il premier Matteo Renzi al termine del vertice straordinario di governo convocato dopo il naufragio nel Canale di Sicilia. "L'Italia – ha spiegato – chiede che si svolga il prima possibile un Consiglio Europeo straordinario, perché non può non esserci quella solidarietà e quella vicinanza che l'Europa ha mostrato in altre occasioni" .
 
Il presidente del Consiglio ha confermato che finora ci sono 28 sopravvissuti e 24 morti recuperati. “Faremo la nostra parte – ha aggiunto –  per dare una degna sepoltura a chi ha perso la vita. I sforzi nostri saranno anche tesi a individuare lo scafista, assicurarlo alla giustizia non cambia senso alla strage ma è un atto doveroso”.
 
“Il lavoro che sta facendo l’Italia talvolta in una condizione di quasi solitudine, talvolta in compagnia di altre realtà internazionali  – ha ribadito Renzi – è oggettivamente straordinario e sono inconcepibili le polemiche di una piccola parte politica italiana. Chi ora dice “se ci fosse stato Mare Nostrum..” dice una cosa che non sta né in cielo né in terra, mare nostrum è un’operazione tampone”. 
 
A chi invoca un blocco navale nel Canale di Sicilia, il premier ha risposto che “un blocco navale va capito come lo si fa; se fatto in certi modi può fare un favore a scafisti, perché sei costretto a prendere i profughi, e finirebbe per essere un servizio taxi. Se invece ci si riferisce a un blocco delle partenze dalla terraferma, stante alla situazione attuale sarebbe impossibile farlo in Libia vista la situazione di guerra civile”. 
 
Il problema “non si risolve mettendo 10 navi in più o in meno, tanto è vero che l’incidente è avvenuto in presenza di una nave di soccorso. Questo dimostra che se vuoi rimuovere il male alla radice devi intervenire in modo diverso. Il vero problema è quello del nuovo schiavismo”.
 

L’appello del Papa: “Il mondo si muova, basta tragedie dell’immigrazione”

Oltre 700 morti nel naufragio, mai un strage così grande. “Chiusi nella stiva”