in

Rolfi (Lombardia): “Nel settore agricolo regolarizzazione non serve”

Roma, 18 giugno 2020 – “Sono solo 2.200 in tutta Italia le richieste di regolarizzazione provenienti dal settore agricolo, meno del 10% del totale. I numeri non hanno colore politico, per fortuna. E quelli relativi alla sanatoria di clandestini esprimono esplicitamente un concetto: all’agricoltura questo provvedimento non serve. Il Governo ha passato mesi a descrivere gli imprenditori agricoli come ‘sfruttatori’ di immigrati irregolari e ora il settore attende delle scuse”.

Questo il commento dell’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, in merito ai numeri ufficiali diffusi dal Governo.

Bellanova difende la regolarizzazione: “Chi afferma che non serve vuol dire che non ha mai visto cos’è un ghetto”

Migrazioni. Onu: nel mondo in fuga una persona su 97