in

MUTUI, QUANTO COSTA UN ATTO NOTARILE?

La remunerazione corrisposta al Notaio per l’attività svolta è composta da tre voci:

  1. Onorario, tasse e contributi per l’archivio nazionale notarile, con IVA al 22%;
  2. Somme dovute a titolo di rimborso delle Anticipazioni fatte in nome e per conto tuo (c.d. “Visure”), regolarmente documentate, ed in esenzione IVA;
  3. Imposte da corrispondere, per il tramite del notaio in qualità di sostituto d’imposta, all’Agenzia delle Entrate e all’Agenzia del Territorio, specifiche per gli atti di mutuo e di compravendita.
    Attenzione: tra notai diversi le imposte devono essere identiche e le visure variare di pochissimo, quindi l’unica variabile a cui prestare attenzione nell’identificare il costo di un atto completo è l’onorario, che è il compenso del professionista.

MUTUI, I NOTAI SONO TUTTI UGUALI?

MUTUI, QUAL È IL NOTAIO GIUSTO?