in

Nati in Italia da cittadini stranieri: come chiedere la cittadinanza italiana al compimento dei 18 anni

Roma, 23 marzo 2021 – I cittadini stranieri nati in Italia hanno DIRITTO ad acquistare la cittadinanza italiana se soddisfano i seguenti requisiti:

  • Nascita in Italia;
  • Residenza ininterrotta fino ai 18 anni in Italia (art. 4, co. 2, L. 91/92);
  • Dichiarazione della volontà di acquisire la cittadinanza italiana entro un anno dal raggiungimento della maggiore età;

La legge riconosce un vero e proprio DIRITTO alla cittadinanza dei nati in Italia che dimostrino una residenza continuativa fino alla maggiore età,  e ciò non pregiudica il mantenimento della cittadinanza del paese di origine a meno che la legge di questo non vieti la doppia cittadinanza. 

COMUNICAZIONE DELL’UFFICIALE DI STATO CIVILE
Il cittadino straniero nato in Italia dovrà essere informato, a partire dai 6 mesi precedenti il compimento dei 18 anni, della facoltà di richiedere la cittadinanza italiana.

Solo da tale comunicazione inizia a decorrere il termine di un anno entro cui manifestare la volontà di acquistare la cittadinanza.

Quindi, fino a che non verrà effettuata tale comunicazione, il cittadino straniero potrà sempre fare la propria dichiarazione anche dopo il compimento dei 19 anni (D.L. 69/2013).

DIMOSTRAZIONE DELLA RESIDENZA ININTERROTTA:

Il requisito della presenza continuativa in Italia fino al compimento dei 18 anni, a seguito dell’adozione del Decreto Legge 69/2013, può essere provata

  • con certificato di iscrizione anagrafica;
  • con “ogni altra idonea documentazione” utile a dimostrare il possesso dei requisiti (certificati medici, certificati di frequenza scolastica, vaccinazioni…).

E’ stato infatti specificato che non sono addebitabili al richiedente eventuali ritardi da parte dei genitori nell’iscrizione anagrafica dei figli, e che eventuali brevi interruzioni dell’iscrizione anagrafica non possono comportare il rigetto della domanda di cittadinanza  ( Circolare Ministero dell’Interno n.22/07 del 7 novembre 2007)

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA e PROCEDURA

La domanda deve essere presentata all’ Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza.

Se sono soddisfatti tutti i requisiti:

  1. viene adottato provvedimento di attestazione di acquisto della cittadinanza
  2. viene annotato sull’atto di nascita o inviato avviso al Comune di registrazione dell’atto di nascita;
  3. l’attestazione verrà trascritta negli archivi di stato civile
  4. verrà inoltre fatta comunicazione da parte del Comune di residenza a: Ministero dell’Interno, Ufficio Anagrafe, Prefettura, Questura, Ministero degli Affari Esteri, al Casellario giudiziale competente per territorio, all’Autorirà Consolare del Paese di (eventuale) prima cittadinanza.

Se il procedimento ha esito negativo: dovrà essere data comunicazione scritta al dichiarante.

RIMEDI CONTRO IL PROVVEDIMENTO NEGATIVO DI ACCERTAMENTO:

Il provvedimento che attestasse la mancanza dei requisiti per l’attestazione della cittadinanza italiana potrà essere impugnato con ricorso al Tribunale ordinario, trattandosi di vero e proprio diritto.

CONTRIBUTO:

La domanda di cittadinanza è soggetta al pagamento del contributo di 250 €, da versare  presso Poste Italiane al conto corrente numero 809020 intestato a “Ministero dell’Interno DLCI – cittadinanza”.

Attenzione: in caso di esito negativo della domanda, il contributo non verrà restituito

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE:

Documento di identità in corso di validità;

1. Titolo di soggiorno, in caso di periodi di interruzione nel titolo di soggiorno.

NOTA: il/la richiedente potrà presentare documentazione che attesti comunque la presenza in Italia (es. certificazione scolastica, medica e altro);

2. Copia integrale dell’atto di nascita in Italia del richiedente o autocertificazione dell’atto di nascita in Italia;

3. Certificato storico di residenza;

4. Ricevuta di versamento del contributo di € 250,00, presso Poste Italiane al conto corrente numero 809020 intestato a “Ministero dell’Interno DLCI – cittadinanza”.

Articolo realizzato per Stranieri in Italia da: Federica Merlo, avvocato

Vaccino AstraZeneca, i risultati dello studio negli USA: “100% di efficacia sui casi gravi”

Letta: “Sullo Ius Soli ci metterò sempre più impegno e carica”