in

È di nuovo possibile lo scambio reciproco di patenti di guida fra Ucraina e Italia

Roma, 26 luglio 2021 – Il 20 luglio 2021 è stato siglato un nuovo accordo bilaterale tra il Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina e il Governo della Repubblica Italiana sul riconoscimento reciproco e lo scambio delle patenti di guida.

Questo accordo ha la durata di 5 anni.

L’accordo permette ai cittadini dell’Ucraina e dell’Italia, legalmente residenti nel territorio di entrambi i paesi di scambiare le patenti di guida con documenti simili nel paese di residenza.

Lo scambio sarà effettuato senza superare esami teorici e pratici e senza pagamenti extra.

La conversione non è automatica, i beneficiari devono avere alcuni requisiti.

 I punti salienti dell’Accordo:

  • I cittadini ucraini regolarmente soggiornanti in Italia e gli italiani regolarmente soggiornanti in Ucraina potranno sostituire la propria patente di guida nazionale con documenti analoghi del Paese di residenza;
  •  il titolare della patente di guida ucraina/italiana potrà cambiarla con quella italiana/ucraina senza superare esami teorici e pratici;
  •  lo scambio non è automatico, i documenti presentati saranno controllati per validità e autenticità.
  •  per convertire il patente di guida è necessario disporre di alcuni requisiti e rivolgersi in Italia alla Motorizzazione Civile o al Centro servizi del Ministero degli affari interni dell’Ucraina.

L’accordo, firmato il 20 giugno 2021, entrerà in vigore tra 60 giorni e dalla data di ricezione da parte dei paesi dell’ultima notifica scritta del completamento di tutte le procedure necessarie, vale a dire – non prima del 17 settembre, 2021.

Attenzione, per tutti i cittadini stranieri rimane l’attuale norma italiana che permette loro guidare l’auto in Italia con la patente di guida estera solo per un anno. Dopo un anno di residenza, gli stranieri sono obbligati a convertire la patente con quella italiana negli uffici della Motorizzazione Civile del loro luogo di residenza.

Questo accordo ha una notevole importanza per gli immigrati ucraini. In cinque anni di durata dell’Accordo precedente sono stati convertiti solamente 81 patenti di guida da cittadini italiani, mentre quasi 22.000 ucraini hanno richiesto lo scambio di patenti di guida in Italia; di loro circa 16.400 hanno portato a termine la conversione.

Marianna Soronevych

Roma, 26 luglio 2021 – Il 20 luglio 2021 è stato siglato un nuovo accordo bilaterale tra il Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina e il Governo della Repubblica Italiana sul riconoscimento reciproco e lo scambio delle patenti di guida.

Questo accordo ha la durata di 5 anni.

L’accordo permette ai cittadini dell’Ucraina e dell’Italia, legalmente residenti nel territorio di entrambi i paesi di scambiare le patenti di guida con documenti simili nel paese di residenza.

Lo scambio sarà effettuato senza superare esami teorici e pratici e senza pagamenti extra.

La conversione non è automatica, i beneficiari devono avere alcuni requisiti.

 I punti salienti dell’Accordo:

  • I cittadini ucraini regolarmente soggiornanti in Italia e gli italiani regolarmente soggiornanti in Ucraina potranno sostituire la propria patente di guida nazionale con documenti analoghi del Paese di residenza;
  •  il titolare della patente di guida ucraina/italiana potrà cambiarla con quella italiana/ucraina senza superare esami teorici e pratici;
  •  lo scambio non è automatico, i documenti presentati saranno controllati per validità e autenticità.
  •  per convertire il patente di guida è necessario disporre di alcuni requisiti e rivolgersi in Italia alla Motorizzazione Civile o al Centro servizi del Ministero degli affari interni dell’Ucraina.

L’accordo, firmato il 20 giugno 2021, entrerà in vigore tra 60 giorni e dalla data di ricezione da parte dei paesi dell’ultima notifica scritta del completamento di tutte le procedure necessarie, vale a dire – non prima del 17 settembre, 2021.

Attenzione, per tutti i cittadini stranieri rimane l’attuale norma italiana che permette loro guidare l’auto in Italia con la patente di guida estera solo per un anno. Dopo un anno di residenza, gli stranieri sono obbligati a convertire la patente con quella italiana negli uffici della Motorizzazione Civile del loro luogo di residenza.

Questo accordo ha una notevole importanza per gli immigrati ucraini. In cinque anni di durata dell’Accordo precedente sono stati convertiti solamente 81 patenti di guida da cittadini italiani, mentre quasi 22.000 ucraini hanno richiesto lo scambio di patenti di guida in Italia; di loro circa 16.400 hanno portato a termine la conversione.

Marianna Soronevych

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 15 Media: 4.2]

Ministero del Lavoro: conseguenze della pandemia più gravi per i lavoratori migranti

Bollettino covid 26 luglio, Cartabellotta: “A parità di casi 50% di ospedalizzazioni in meno grazie ai vaccini”