in

Immigrazione, ingressi in drastico calo in Europa dal 2013 ad oggi

Roma, 9 gennaio 2020 – Gli ingressi illegali in Europa dal 2013 ad oggi non sono mai stati così bassi e gli sbarchi in Italia si sono fermati a quota 11.500, di molto dietro a Grecia e Spagna che nel 2019 hanno visto un ulteriore incremento di arrivi.

Sono gli ultimi dati ufficiali resi noti dall’Agenzia europea Frontex che ha certificato in 139.000 il numero delle persone che hanno varcato illegalmente le frontiere europee nel 2019, il minimo storico dal 2013 ad oggi e in ulteriore calo ( del 6 %) dallo scorso anno. Numeri molto lontani da quelli della vera emergenza verificatasi nel 2015 quando in Europa arrivò oltre un milione di persone.

A determinare il calo la diminuzione dei migranti approdati sulle coste europee attraverso le rotte del Mediterraneo Centrale e Occidentale. In Italia il calo più marcato con una riduzione del 41 per cento degli sbarchi rispetto allo scorso anno: 11.500 le persone approdate, soprattutto in arrivo dalla Tunisia e, tra i Paesi africani, dal Sudan.

Processo a Salvini, rinviato il voto dopo le elezioni regionali

Mare. Puglia, 30 migranti messi in salvo dalla Guardia di finanza