in

Oltre 3.100 i migranti morti sulle rotte migratorie nel 2020

Roma, 21 dicembre 2020 – Oltre 3.100 persone hanno perso la vita nel 2020 sulle rotte migratorie nel mondo, nonostante i limiti agli spostamenti imposti dalla pandemia del Covid-19. Ad oggi il progetto Missing Migrants dell’Organizzazione internazionale per la migrazione (Oim) ha registrato 3.174 morti nel 2020 sulle rotte migratorie nel mondo, in calo rispetto ai 5.327 del 2019.

La diminuzione del numero di decessi che hanno potuto essere registrati sulle rotte pericolose rotte della migrazione “non è necessariamente un’indicazione che il numero di vite perse sia veramente diminuito nel 2020 poiché il Covid-19 complica anche la nostra capacità sia di raccogliere dati sulle morti durante la migrazione sia di monitorare rotte specifiche”, sottolinea l’Oim in un comunicato reso noto a Ginevra in occasione della Giornata internazionale dei migranti.

Decreto sicurezza. Salvini: “Pensate agli immigrati e non agli italiani, siete vergognosi e indegni”

Lamorgese Salvini

Lamorgese: “Con nuova legge rimodulati i meccanismi d’accoglienza e integrazione”