in

Ue: “No alla chiusura delle frontiere, meglio tamponi o quarantene per gli spostamenti all’interno di Schengen”

Roma, 4 settembre 2020 – L’Unione chiede ai governi europei di evitare la chiusura delle frontiere in caso di nuove impennate di contagi da Covid. L’intento delle raccomandazioni alle capitali annunciate oggi da Ursula von der Leyen è di evitare che il continente vada di nuovo in pezzi, come nella fase acuta della pandemia.

“La libertà di viaggiare in Europa è uno dei maggiori benefici dell’Unione”, spiega la presidente della Commissione per la quale servono “chiarezza e prevedibilità” delle misure a beneficio dei cittadini.

Come anticipato da Repubblica.it “Per Bruxelles in caso di aumento delle infezioni in alcune aree meglio applicare misure come tamponi o quarantene obbligatorie per gli spostamenti all’interno di Schengen piuttosto che tornare a barricare i confini”.

Agrigrento. Migrante fugge da centro d’accoglienza investito e ucciso mentre scappa dalla polizia

Lamorgese: “Non si possono affondare i barconi dei migranti affondandoli”