in

Piemonte. Caporalato tra le vigne, tre arresti

Roma, 4 maggio 2020 – Sfruttavano braccianti agricoli extracomunitari, durante la vendemmia nel Monferrato, pagandoli 3 euro l’ora e facendoli lavorare fino a dieci ore ininterrotte al giorno.

Tre presunti ‘caporali’ albanesi sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Canelli (Asti), che hanno denunciato a piede libero altre 5 persone.

I tre arrestati erano a capo di una cooperativa di Canelli. Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, aggravato dalla finalità di discriminazione razziale, le accuse nei loro confronti. Gli stranieri sfruttati arrestati, provenivano in prevalenza da centri di accoglienza per migranti.

Coronavirus, Assindatcolf: “Lazio anticipa Governo con bonus per colf e badanti”

Coronavirus. Colf e badanti, cosa prevede la fase 2