in

Decreto sicurezza. Conversione per motivi di lavoro: le nuove categorie di permessi ammesse

Roma, 13 novembre 2020 – Il D.L. 130/20 ammette la conversione per motivi di lavoro dei seguenti permessi:

a)  Protezione speciale (art. 32, co. 3, D.Lgs. 25/2008);
b)  Calamità (art. 20bis, D.Lgs. 25/2008);
c)  Residenza elettiva (art. 11, lett. c-quater, del Dpr n. 394/1999);
d)  Per acquisto della cittadinanza o dello stato di apolide, ad esclusione dei casi in cui il cittadino straniero sia stato in precedenza titolare di un permesso di soggiorno per richiesta di asilo;
e)  Attività Sportiva ex art. art. 27, comma 1, lette. p D.Lgs. 286/98-  (svolta a livello professionistico presso società sportive italiane );
f)  Lavoro di tipo artistico, di cui all’art. 27, comma 1, lett. m), n) e o), del D.lgs n. 286/1998 : personale artistico e tecnico per spettacoli lirici, teatrali, concertistici o di balletto /ballerini, artisti e musicisti da impiegare presso locali di intrattenimento/ artisti da impiegare da enti musicali teatrali o cinematografici o da imprese radiofoniche o televisive, pubbliche o private, o da enti pubblici, nell'ambito di manifestazioni culturali o folcloristiche;
g)  Motivi religiosi (art.5, comma 2, del D.lgs n. 286/1998);
h)  Assistenza minori (art. 31, T.U. Immigrazione)

DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE:
A) conversione in permesso per lavoro subordinato:

  • contratto di lavoro di almeno 20 ore settimanali;
  • comunicazione obbligatoria di assunzione (MOD. UNI-Lav/ Inps);
  • buste paga per lavoro subordinato / copia ultimo bollettino INPS per il lavoro domestico
  • documentazione attestante sistemazione abitativa;
  • passaporto o documento equipollente;
  • bollettino postale di 30.46 € per il permesso elettronico;
  • bollettino di 40 € per permesso di soggiorno di durata inferiore o pari ad 1 anno (In caso di contratto lavoro a tempo determinato;
  • bollettino di 50 € per permesso di durata superiore a 1 un anno o pari a 2 anni (in casi di contratto di lavoro a tempo indeterminato) B) conversione in permesso per lavoro autonomo: per lavoro industriale, professionale, artigianale, commerciale: visura camerale; certificato di attribuzione della partita IVA; bilancio e stato patrimoniale e fatture di acquisto e vendita; per attività per la quale non richiesta nessuna autorizzazione o licenza o iscrizioni ad albi, registri o elenchi abilitanti: dichiarazione e documento di identità del committente; dichiarazione dei redditi; codice fiscale; per soci e/o amministratori di società o cooperative già in attività: dichiarazione e documento di identità del legale rappresentante; libro matricola; dichiarazione dei redditi e buste paga degli ultimi 3 mesi; codice fiscale; Per tutte le ipotesi:
    1. marca da bollo da € 16,00;
    2. copia del passaporto in corso di validità ;
    3. copia del titolo al soggiorno;
    4. copia del codice fiscale, solo se in possesso;
    5. certificato di residenza oppure – dichiarazione di ospitalità/cessione di fabbricato;
    6. bollettino postale di 30.46 € per il permesso elettronico;
    7. bollettino di 40 € per permesso di soggiorno di durata inferiore o pari ad 1 anno;
    8. bollettino di 50 € per permesso di durata superiore a 1 un anno o pari a 2 anni

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DOMANDA:
Salvo indicazioni specifiche e diverse per queste nuove ipotesi, anche la domanda di conversione di questi permessi dovrà essere inviata tramite Kit postale, mediante compilazione degli appositi modelli.
CHI PUÒ SPEDIRE IL KIT:
La domanda potrà essere inviata esclusivamente dall’interessato, perché l’addetto della Posta dovrà identificarlo tramite il passaporto.
IN QUESTURA OCCORRE PORTARE ALTRI DOCUMENTI?
All’appuntamento assegnato dall’addetto della Posta, bisognerà portare con sé:

  • gli originali dei documenti inseriti nel kit;
  • originale della ricevuta di spedizione del kit;
  • il foglio con assegnazione dell’appuntamento in Questura;
  • 4 fototessere del richiedente e dei figli minori di 14 anni da inserire nel permesso;
  • passaporto in corso di validità e permesso di soggiorno

LEGGI: Guida alle novità sui permessi di soggiorno previste dal nuovo decreto sicurezza (prima parte)

Articolo realizzato per Stranieri in Italia da: Federica Merlo, avvocato

Solidarietà a Tivoli. Due rumeni offrono nel loro ristorante un pranzo gratis ai bisognosi: “L’aiuto serve in tempi difficili”

nuove zone rosse e arancioni

Nuove zone rosse e arancioni, quali Regioni cambiano colore