in

Migranti che entrano in Ue, presto meno responsabilità per i Paesi di primo ingresso

Roma, 23 settembre 2020 – “Il regolamento di Dublino pone tutta la responsabilità per il migrante entrato illegalmente nell’Ue sul Paese di primo ingresso, salvo alcuni casi, e presenta scappatoie che permettono ai migranti di fuggire e andare a chiedere asilo nello Stato di sua scelta. Questa proposta chiude le scappatoie e introduce modifiche che consentono una distribuzione più giusta della responsabilità”.

Così la commissaria Ue Ylva Johansson, che col vicepresidente Margaritis Schinas presenta il nuovo Patto su migrazione e asilo.

Secondo Ursula von der Leyen “l’Europa deve abbandonare le soluzioni ad hoc per mettere in atto un sistema di gestione delle migrazioni prevedibile e affidabile. Questo pacchetto riflette un equilibrio giusto tra la responsabilità e la solidarietà fra Stati membri”

Orlando (PD): “Via i decreti Salvini ma non diamo ultimatum”

Migranti. Ecco cosa prevede il nuovo patto per l’immigrazione in Europa