in

Di Maio attacca Salvini: ‘Ma i 500mila rimpatri?’

Roma, 19 aprile 2019 – “Qui tutti discutiamo ogni giorno del tema di 20-30-40-50 migranti che stanno arrivando in un porto italiano e io sono d’accordo con la linea che è stata portata avanti fino ad adesso dal governo che è quella di dire che finchè l’Europa non ci aiuta noi dobbiamo avere una linea dura sugli sbarchi. Ma ricordiamoci sempre che noi dobbiamo risolvere un altro grande problema in Italia, cioè che abbiamo circa 500mila persone sul suolo italiano che vanno rimpatriate e su quello dobbiamo lavorare molto di più”.

Lo ha detto il viceprmier Luigi Di Maio a margine dell’assemblea di Unioncamere.

“Qui – ha aggiunto – ci preoccupiamo dei migranti che potrebbero arrivare dalla Libia, ed è giusto così, ma dobbiamo accelerare molto di più sul tema dei rimpatri. Per questo bisogna fare gli accordi internazionali, bisogna andare a parlare con i singoli paesi, altrimenti si perde un po il focus dell’obiettivo e parliamo tutto il tempo di circolari e direttive e, poi, i cittadini hanno sempre lo stesso problema sui migranti, cioè che vedono che ci sono persone fuori dalla legge che non possono stare qui”.

Condividi su:

Unhcr: da Farnesina 7 milioni di euro per rifugiati in Etiopia, Tunisia, Libia

La Cei: ‘Migranti risorsa, non problema’