in

Illy: “Senza migranti economia italiana non cresce”

Trieste, 9 aprile 2019 – “Bene hanno fatto prima il ministro Marco Minniti e poi il ministro Salvini a bloccare, anche se gli strumenti usati non sono sempre stati condivisibili, una immigrazione selvaggia che peraltro derivava da una situazione di ambiguità all’interno dell’Ue, Ma adesso bisogna pensare a un altro tipo di immigrazione, gestita, dove facciamo venire le persone che ci servono. Dire che non facciamo venire nessuno è pericoloso, significherà che continueremo a crescere meno degli altri per un bel pezzo”.

E’ il parere di Riccardo Illy, presidente del Gruppo Illy, sul fenomeno migratorio e le conseguenze di questo sull’economia italiana.

Condividi su:

Guzzetti (Cariplo): “Servono risposte e non rabbia al fenomeno immigrazione”

Migranti. Odissea senza fine per Sea Eye