in

Migranti. La denuncia dell’Unicef: “Oltre 32.000 bambini espulsi da Usa e Messico”

Roma, 29 novembre 2019 – Più di 32.000 bambini sono stati riportati dagli Stati Uniti e dal Messico a El Salvador, Guatemala e Honduras tra gennaio e agosto 2019, il doppio dei 15.711 nello stesso periodo nel 2018. Lo rende noto l’Unicef, sottolineando come i bambini migranti nel Nord dell’America Centrale, Messico e Stati Uniti si trovino ad affrontare un accesso significativamente ridotto alla sicurezza e alla protezione internazionale, in gran parte a causa della recente ondata di accordi e cambiamenti politici adottati dai governi della regione.

Nel loro insieme, questi sviluppi stanno avendo profonde conseguenze per i bambini, molti dei quali sono rimasti senza opportunità sicure per sfuggire alla violenza e all’estorsione e cercare protezione o ricongiungersi con i familiari all’estero.

Condividi su:

Mediterraneo. La nave Ocean Viking salva 60 migranti

Genova dice no all’odio e al razzismo: 8000 “sardine” in piazza