in

Sardegna, dal 20 gennaio operativo il primo Cpr per migranti

Roma, 17 gennaio 2020 – Il primo centro regionale permanente per il rimpatrio dei migranti (Cpr) di Macomer aprirà lunedì 20 gennaio. E’ tutto pronto, dunque, nell’ex carcere della cittadina del Marghine, ristrutturato per accogliere gli stranieri irregolari.

“Già da lunedì la struttura è operativa per ospitare una cinquantina di persone, ma appena verranno completati i lavori si arriverà a 100 posti disponibili – spiega la vicesindaca di Macomer Rossana Ledda – Non sappiamo se già lunedì arriverà qualcuno o se ci vorrà ancora qualche giorno per vedere qui i primi migranti.

Il Comune ha lavorato tanto negli ultimi anni per arrivare all’apertura del centro e fare in modo che ci fosse una ricaduta economica favorevole per la città. C’è una società che si è aggiudicata il bando di gara per i servizi interni: mensa, lavanderia, pulizie, infermeria. Tutto questo genera nuovi posti di lavoro e restituisce vitalità”.

Condividi su:
Tweet 20
fb-share-icon20

Sanatoria: il Governo al lavoro per una regolarizzazione dei migranti. Oltre mezzo milione i potenziali beneficiari

Regolarizzazione. Dalla sanatoria dei migranti oltre un miliardo di gettito fiscale per lo Stato Italiano