in

Migranti. Salvini: “Non sono un criminale, ho difeso i figli degli italiani”

Roma, 14 febbraio 2020 – Dal Tribunale di Catania “mi aspetto un giudizio sereno, anche perché durante i miei mesi di governo abbiamo ridotto i morti… e abbiamo ridotto gli sbarchi, i costi e i problemi per gli italiani. Quindi mi aspetto un giudizio imparziale perché mi sento un italiano vero, non un criminale”.

Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini ai microfoni del Tg2.

“Non ho nulla di cui rimproverarmi e di cui aver paura, ho difeso i confini, la sicurezza, l’onore, la dignità del mio Paese, dei miei figli e dei figli degli italiani. Non chiedo una medaglia, mi danno un processo. Andrò in quell’aula di Tribunale per dire che difendere i confini del mio Paese è un mio diritto e un mio dovere”.

Condividi su:
Tweet 20
fb-share-icon20

Messina, sbarcata nave spagnola con 158 migranti

Migranti. Giorgetti (Lega): “Se il ministro Lamorgese può andare a trattare in Europa è per merito di Salvini”