in

Il premier Conte: “I flussi migratori irregolari sono una sfida globale”

Roma, 28 settembre 2020 – “Tra gli effetti negativi che la pandemia ha avuto nelle aree di crisi vi è l’ulteriore peggioramento delle condizioni di già estrema vulnerabilità dei migranti. I flussi migratori irregolari sono una sfida globale a cui la Comunità internazionale non può che fornire risposte a livello multilaterale. Serve un’azione strutturata intorno ai principi di solidarietà e di responsabilità, fondata sul partenariato con i Paesi di origine, di transito e di destinazione dei flussi”.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo in video conferenza alla 75ma sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

“È quindi necessaria – ha aggiunto – un’azione collettiva di contrasto alle reti di trafficanti di esseri umani. Allo stesso tempo, bisogna coltivare una visione di lungo periodo che parta dalle cause profonde di tali movimenti”.

Il Papa all’Onu: “Torture e abusi su migranti e molti ignorano intenzionalmente”

Sassoli: “Politica Ue sui migranti non sia più dettata dalla paura”