in

Lamorgese: “In futuro ripartizione equa dei flussi migratori in Europa”

Roma, 15 giugno 2020 – “Il futuro dell’Unione passa anche da una gestione veramente solidale ed unitaria dei flussi migratori. E noi non abbiamo mai smesso di alimentare il confronto con tutti i Paesi membri e con la Commissione, portando l’esperienza maturata nel difficile ruolo di Paese di prima linea per motivi geografici”. Sono le parole del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in una intervista al quotidiano Avvenire.

“Di fronte a questa sfida epocale, nessuno può sottrarsi – sottolinea Lamorgese. L’Ue è obbligata a confrontarsi, nel suo insieme, col fenomeno migratorio. E l’efficacia della risposta dipenderà dalla capacità di costruirla senza divisioni ed esitazioni, nella fedeltà a quei valori per cui l’Europa è guardata con ammirazione nel mondo”.

“La direzione indicata dal governo italiano – conclude il ministro, è quella di un’equa ripartizione delle responsabilità attraverso un meccanismo di ricollocazione obbligatoria”.

Papa Francesco: “Basta violenze sui migranti in Libia”

Regolarizzazione: i chiarimenti del Ministero dell’Interno sulle procedure da seguire