in

Friuli. Il presidente Fedriga: “Non siamo più disposti ad accogliere migranti irregolari”

Roma, 22 luglio 2020 – “Il Friuli Venezia Giulia non è disposto ad accogliere altri migranti irregolari”.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, a margine della presentazione della “Barcolana”, a Trieste. “Ho fatto più volte presente al Governo che gli arrivi in regione sono ormai diventati ingestibili e insopportabili – ha sottolineato Fedriga -.

Abbiamo inoltre difficoltà a reperire posti per la quarantena; la situazione è insostenibile e io non l’accetto più, sia ben chiaro”. “Se qualcuno pensa che il Friuli Venezia Giulia possa essere utilizzato come luogo di quarantena per immigrati irregolari sta sbagliando di grosso – ha aggiunto Fedriga -. Noi abbiamo oltretutto un servizio sanitario estremamente sotto stress perché stiamo facendo tracciamenti per bloccare i focolai e cercando di dare risposte ai nostri cittadini, quindi qualcuno non si sogni di ipotizzare che qui arrivino tutti gli immigrati irregolari per i quali dobbiamo seguire tutta la parte sanitaria, perché lo facciamo con le nostre risorse e contro la nostra volontà”.

“Purtroppo non abbiamo noi le competenze per poter bloccare i confini e gli immigrati irregolari” ha concluso il governatore.

Migranti. Rossi: “Rifinanziare la Guardia costiera libica? Errore grave”

Lamorgese: “Sugli sbarchi massima attenzione alla sicurezza sanitaria”